Perizia Informatica

Come Consulente Informatico Forense redigo perizie informatiche per Procure, Tribunali, Forze dell’Ordine, A.G., P.G. e anche per avvocati, aziende e privati. Le perizie informatiche di cui mi occupo riguardano consulenze tecniche forensi nell’ambito di procedimenti penali e civili, con incarichi di CTP (consulente tecnico di parte), CTPM (consulente tecnico del Pubblico Ministero) e Ausiliario di P.G.

Come Consulente Tecnico Forense opero principalmente nelle Procure e nei Tribunali del nord Italia, e diverse altre nel resto d’Italia. Questa attività che svolgo dal 2001 mi ha permesso di redigere un gran numero di perizie informatiche in tutte le sue fasi: dalla catena di custodia, all’acquisizione dei reperti, dall’analisi dei dati alla ricerca della prova fino alla produzione della relazione tecnica anche giurata e asseverata.

Sono iscritto all’Albo dei Periti e degli Esperti della CCIAA di Varese, sono in grado di produrre perizie informatiche a valore legale e per uso legale, riguardanti i diversi settori dell’informatica e dell’elettronica, quali ad esempio dispositivi mobili (Telefoni, Smartphone, Tablet), Computer (Desktop, Notebook e Server), sistemi operativi (Windows, Apple, Linux, Android, iOS), applicativi (software gestionali, software per ufficio, software video/grafica), database (MS SQL Server, MySQL), apparati di rete (Router, Firewall, Access Point, NAS). Guarda la pagina dei servizi per sapere le attività che posso svolgere.

Le perizie informatiche vengono richieste non solo per i reati informatici e i reati commessi attraverso l’ausilio dell’informatica ma in tutte quelle situazioni nelle quali vi sono componenti tecniche digitali che richiedono conoscenze specifiche nel campo dell’informatica o dell’elettronica. Gli scenari per cui maggiormente vengo chiamato riguardanti casi di accesso abusivo a sistema informatico, phishing, furto d’identità, truffe on-line, diffamazione sui social network e sexting.

La Perizia informatica, in genere, prevede anche l’attività di indagine informatica e investigazioni sui dispositivi in esame oltre che su evidenze reperibili su social network e fonti aperte.

Particolare attenzione viene posta nel trattamento dei dati con cui vengo in contatto durante tutte le fasi di acquisizione e analisi (dati personali, sensibile e credenziali di accesso), a tal fine viene garantito la massima riservatezza, la non divulgazione e il rispetto della normativa europea (GDPR). Al termine della perizia informatica tutti i dati estratti vengono consegnati al cliente e distrutte eventuali copia di lavoro utilizzate in studio e in laboratorio.

 

Supporto ad Avvocati, Aziende e Privati

In qualità di Consulente tecnico di parte posso supportare avvocati, studi legali, aziende e privati nella gestione di fascicoli processuali civili o penali, nella difesa o nella redazione di denuncia querela, oltre che nella partecipazione come CTP.

Per avvocati e studi legali la perizia informatica, per diverse tipologie di reati, è diventata la base su cui costruire la linea di difesa o il piano accusatorio per il proprio cliente. Una perizia informatica, una relazione tecnica o un’analisi forense può essere elemento strategico come allegati a memoria ex art 183 c.p.c., memoria difensiva ex art 415 c.p.p. o art. 121 c.p.p. poiché permette di portare evidenze mediante un metodo scientifico difficile, se non impossibile, da invalidare.

 

Laboratorio

Per eseguire le acquisizioni dei dispositivi digitali e per l’analisi e la ricerca dei dati mi avvalgo di un mio laboratorio attrezzato con strumenti e software certificati che mi permettono di produrre perizie informatiche in tempi brevi e di alta qualità. Ricorro, per particolari casi, anche di consulenti esperti esterni di alto profilo che mi garantiscono un’elevata qualità di risultati.

 

Accertamenti tecnici ripetibili e accertamenti tecnici irripetibili

Nella giurisdizione Italiana esistono due tipi di accertamenti tecnici che devono essere tenuti in considerazione allorquando nasca la necessità di acquisire dati da un dispositivo digitale.

La perizia informatica forense può essere eseguita come accertamento tecnico ripetibile (Art. 359 c.p.p.) solitamente su Personal Computer e memorie di massa (HDD, SSD, chiavette, file, ecc.); oppure come accertamento tecnico irripetibile (Art. 360 c.p.p.) che prevede la partecipazione elle operazioni peritali anche dagli altri consulenti nominati da tutte le altre parti chiamate in causa nel procedimento.

 

Accertamento tecnico preventivo e Incidente probatorio

Molto spesso vengo chiamato a seguire attività di CTP (consulente tecnico diparte) in accertamenti tecnici preventivi (ATP) in ambito informatico per documentare e produrre perizie informatiche, o in sede di incidente probatorio se i dati e i dispositivi sono soggetti a possibili modifiche o alterazioni.

 

Costi della perizia informatica

I costi delle perizie informatiche variano in base al caso specifico e a diversi parametri, non è possibile fornire delle tariffe senza prima aver avuto un incontro o avuto dei chiarimenti per capire la reale necessità del cliente e l’attività da svolgere.

Solitamente chiedo un incontro presso il mio studio o in laboratorio per capire più in dettaglio le attività da svolgere e quindi fornire un preventivo più preciso. Questo primo incontro, conoscitivo, è sempre gratuito e senza impegno.

A solo titolo esemplificativo una perizia informatica per l’analisi forense di un computer (desktop o notebook) per la ricerca di evidenze (foto, messaggi mail, accesso ai dati, recupero dati cancellati) o di attività (navigazione sul web, chat Skype, chat Messenger, attività su Facebook, ecc.) può avere un prezzo tra i 1.000 e i 3.000 euro dipendentemente da diversi fattori quali: dimensioni dell’hard disk, tipo di sistema operativo, quantità di dati da estrarre, ecc.

Per attività di consulenza tecnica di parte (CTP) e partecipazione ad attività di accertamenti tecnici e ATP viene fatto a consuntivo o ad ore.

Potete contattarmi telefonicamente o compilare il modulo di richiesta qui a fianco per avere un preventivo della perizia informatica che necessitate.

 

Perizia informatica giurata e asseverata

La perizia informatica è possibile averla asseverata con giuramento in Tribunale per uso legale o privato, molto spesso la perizia asseverata può conferire maggiore autorevolezza ad una perizia informatica in carta semplice. Il costo della perizia giurata prevede una tantum per l’accesso agli uffici del Tribunale per il giuramento e i costi delle marche da bollo da apporre sulla perizia informatica: marca da 16,00 euro ogni 100 righe e marca da 0,52 per ogni foglio degli allegati.

 

Gratuito patrocinio

Sono disponibile anche a redigere perizie informatiche con gratuito patrocinio e assistenza a spese dello Stato, in processi civili e penali, previa valutazione del tipo di perizia e risorse necessarie.

Contattaci per informazioni o per un Preventivo

13 + 12 =